Le Pen furiosa contro il Papa: “sui migranti non si immischi” la bomba in difesa di Salvini.

Non doveva ancora perdere alle elezioni quando, Marine Le Pen, sferrò un duro attacco nei confronti del Papa.

Ebbene, le sue dichiarazioni sono tornate alla ribalta per il contenuto piuttosto attuale.

Con i tempi che corrono in Italia le polemiche sull’immigrazione e le politiche di accoglienza si susseguono senza sosta. E al centro delle animate discussioni c’è anche il ruolo della Chiesa.

Secondo il parere di molti, infatti, il Papa con Angelus e prediche varie si spingerebbe al di là della semplice teoria dell’accettazione dello straniero.

Le Pen fu una delle poche che, nonostante si fosse sempre dichiarata “estremamente cattolica”, osò scagliarsi contro il Capo della Chiesa e dello Stato Vaticano.

L’esponente di destra si espresse così: “Lasciamo a Dio quel che è di Dio, e a Cesare quello che è di Cesare. La Conferenza episcopale si impiccia a volte di quello che non la riguarda, dando istruzioni politiche. Io non mi immischio di quello che il Papa dice ai fedeli, non penso che le religioni debbano dire ai francesi quello che devono votare”.

E aggiunse: che il Papa “faccia appello alla carità, all’accoglienza dell’altro, dello straniero, è una cosa che non mi sciocca. Ma la carità non può che essere individuale. Che esiga dagli Stati che si pongano contro gli interessi dei popoli non mettendoli nelle condizioni di accogliere una migrazione importante equivale per me a della politica e anche a dell’ingerenza perché è anche lui un capo di Stato“.

Cosa ne pensi?

Fonte: LaRepubblica

Foto credit: Libero