Noto già alla Polizia. Iraniano residente a Cremona cerca senza scrupoli di violentare una prostituta.

L’uomo è un gallerista di Cremona. Non si ferma davanti a niente nonostante sia conosciuto dalla Polizia per le sue malefatte.

Sembra che abbia approfittato di una donna, una prostituta, costringendola ad un rapporto non ricambiato.

Leggiamo Il Giornale:

Si tratta di Arman Golapyan, già noto alle forze dell’ordine a causa del reato di bancarotta fraudolenta patrimoniale per il quale era stato inquisito. Allora l’uomo aveva tenuto nascosto all’interno della propria abitazione un quadro da 25 milioni di euro del pittore fiammingo Rubens.

Quest’oggi, Golapyan si trova invece dietro le sbarre del carcere Canton Mombello di Brescia, grazie alla testimonianza della sua vittima, che ha riferito meticolosamente l’accaduto agli inquirenti. Il fatto è avvenuto lo scorso luglio, quando l’iraniano si è fermato con la propria auto in zona Mandolossa, invitando una giovane prostituta a salire.

La donna ha acconsentito ma, una volta all’ interno dell’abitacolo, l’uomo l’avrebbe obbligata sotto minaccia a subìre un rapporto sessuale non protetto. Non pago, le avrebbe addirittura sottratto il telefono cellulare, prima di farla scendere dalla vettura ed allontanarsi rapidamente.

Per fortuna la donna ha denunciato l’accaduto permettendo alla Polizia di incastrare l’uomo e metterlo dietro le sbarre.

Fonte: ilgiornale

Foto: farodiroma