Vogliono sanzionare Orban per i migranti ma lui in europarlamento li distrugge tutti così. L’Italia trema perchè…

Le ultime decisioni dell’Ungheria hanno suscitato l’ira europea, al punto da discutere in aula le sanzioni che si dovranno attuare contro Budapest.

Il clima in europarlamento è molto teso e Viktor Orban viene malaccolto sin da subito.

La ragione per la quale si punta il dito contro il Paese del premier Orban è la ribellione alle regole europee sull’immigrazione.

L’esito delle votazioni, per l’ungherese, è davvero troppo scontato. Così interviene:

“I deputati pro-immigrazione hanno la maggioranza del Parlamento europeo e stanno preparando una vendetta contro l’Ungheria, perché abbiamo deciso di non diventare un Paese pieno di immigrati: la verità è che il verdetto è già scritto“.

Il caso dell’Ungheria è il primo. Mai sino ad ora l’Europa ha sanzionato un proprio Paese membro. Ma Orban non si lascia intimorire e prosegue per la sua strada:

“Difenderemo le nostre frontiere anche contro di voi se sarà necessario. Solo noi possiamo decidere con cui vivere e come gestire le nostre frontiere, abbiamo deciso di difendere l’Ungheria e l’Europa e non accettiamo che le forze pro-immigrazione ci ricattino”

Inutile dire che questo potrebbe rappresentare una grana per il BelPaese.

intanto Salvini ha espresso il suo sostegno ad Orban: “Non si processano i popoli e i governi liberamente eletti, soprattutto se vogliono controllare un’immigrazione fuori controllo”.

Stessa cosa l’ha fatta Giorgia Meloni: “Sanzionare l’Ungheria perché si rifiuta di essere invasa da immigrati clandestini è semplicemente follia. Siamo al fianco di Viktor Orban e del popolo ungherese. Non è Orban a tradire i valori fondanti della Ue ma chi in Ue spalanca le porte all’immigrazione incontrollata, umilia i diritti dei popoli e nega la sovranità delle Nazioni”.

Cosa ne pensi?

Foto credit: Libero

Fonte: Libero