Salvini senza timore: “indagatemi e processatemi ma io vado avanti a…” la bomba vs Mattarella.

Sergio Mattarella, nelle ultime ore, è intervenuto sulla questione che attanaglia il partito del Carroccio.

Oltre ai 49 milioni di euro pignorabili, c’è il problema del caso Diciotti che sta coinvolgendo il ministro dell’Interno.

Pur non facendo espliti richiami, i riferimenti a Salvini sono stati piuttosto chiari:

“Come spesso ebbe a ricordare anche il presidente Scalfaro, la legge e le regole valgono per tutti, senza aree di privilegio per nessuno, neppure se investito di pubbliche funzioni; neppure per gli esponenti politici. Perché nessun cittadino è al di sopra della legge”.

Ed è stato ancora più cristallino quando il capo dello Stato ha detto che “nel nostro ordinamento non esistono giudici elettivi: i giudici traggono la loro legittimazione dalla Costituzione”.

Immediata, dunque, è sopraggiunta la reazione del leader della Lega:

“Il presidente oggi ha ricordato che nessuno è al di sopra della legge, ha ragione. Per questo io, rispettando la legge, la Costituzione e l’impegno preso con gli italiani ho chiuso e chiuderò i porti a scafisti e trafficanti di esseri umani. Indagatemi e processatemi, io vado avanti“.

Fonte: Libero

Foto credit: LaRepubblica