Moavero critica l’intervento Onu e le parole della Bachelet: “Accuse infondate per la nostra Italia.”

Dopo lo schieramento contro l’Onu del Ministro dell’Interno, ora anche Moavero interviene sulla questione.

L’alto commissario dell’Onu appena arrivata non ha perso tempo a lanciare frecciatine contro il governo italiano e le diverse manovre messe in atto dal vicepremier Matteo Salvini.

Questa volta, però, è intervenuto anche Enzo Moavero Milanese, che ha ritenuto inappropriate le parole della Bachelet.

Leggiamo su Il Giornale:

Enzo Moavero Milanesi, infatti, si è detto dispiaciuto per “l’iniziativa dell’Onu contro l’Italia” sui diritti dei migranti e ha giudicato “la terminologia utilizzata e gli epiteti destinati all’Italia non appropriati e infondati”. Il ministro lo ha detto durante un’intervista a Circo Massimo su Radio Capital.

E sull’ipotesi avanzata ieri dal vice premier Matteo Salvini di rivedere i fondi destinati all’Onu, il capo della Farnesina si mostra un pochino più cauto: “Sappiamo che l’organizzazione ha periodicamente qualche braccio di ferro con alcuni Stati membri, alcuni sono usciti da certe agenzie”, ha osservato alludendo alla scelta di Stati Uniti e Israele di lasciare l’Unesco, “ma non siamo ancora arrivati a questo punto”.

Moavero, in fondo (neanche troppo), non ha apprezzato l’etichetta che ci è stata data dalla Bachelet. E ora tira su la testa e passa all’attacco: “L’iniziativa dell’Onu dispiace. Non si comprende come mai un’incaricata da poco tempo inizi immediatamente con una serie di forti critiche. Amareggia una posizione come quella assunta ieri dalla commissaria Onu Bachelet, che può portare nel linguaggio politico a certe reazioni. Se dovessimo trovarci in emarginazioni infondate, sarebbe doveroso renderne conto”.

A parlare a favore del governo gialloverde, però, si alzano altre voci appartenenti ad alte personalità politiche, che zittiscono chi accusa di razzismo un Paese che non lo è mai stato e non lo sarà mai!

Fonte. ilgiornale

Foto: ilgiornale