Nigeriano nudo e armato di coltelli semina il panico in città. La storia degli agenti.

Attimi di puro panico e terrore sono stati quelli che hanno fatto da protagonista per le strade di Catania.

Lui, uomo nigeriano di 32 anni, già noto alle forse dell’ordine per un’ordinanza di espulsione dal territorio italiano.

I dettagli su Il Giornale:

Tutto è partito dalla segnalazione di un poliziotto fuori servizio che aveva notato lo straniero, nella zona di via Archimede, mentre girovagava a torso nudo brandendo due coltelli. L’agente, temendo che il sospetto stesse per commettere grave atto di violenza contro inermi cittadini, ha subito allertato la sala operativa della Questura che ha prontamente inviato sul posto due volanti.

Alla vista del sopraggiungere degli uomini delle forze dell’ordine, l’immigrato ha tentato la fuga; i poliziotti, però, non si sono fatti sorprendere e, dopo un breve inseguimento, lo hanno raggiunto, accerchiato e lo hanno reso inoffensivo, disarmandolo dei pericolosi coltelli che aveva ancora in mano.

Eppure, l’extracomunitario non aveva nessuna intenzione di arrendersi tanto che, anche nel corso dell’identificazione, ha provato a divincolarsi prendendo a calci e pugni gli agenti che, non senza fatica, lo hanno bloccato del tutto.

Al momento sappiamo solo che il nigeriano, un delinquente ben noto alla Polizia, è stato rinchiuso in una camera di sicurezza della Questura di Catania. Intanto si sta provvedendo al suo completo allontanamento dal Paese.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilprimatonazionale