Ecco cosa rappresenta davvero il PD: Pazzesco sfruttamento verso queste donne

L’ennesima vergogna italiana.
Operatrici call center pagate 33 centesimi l’ora! Da denuncia.
È accaduto a Taranto, ecco cosa è successo.

È successo, quindi, a Taranto dove alcune donne hanno ricevuto una busta paga ridicola, da 92 euro, per un mese di lavoro. Si sono rivolte alla Slc Cgil che ha denunciato il caso anche alla procura: “Chiederemo l’applicazione della legge sul caporalato”.

Foto Credit: Leggo

Un vero e proprio scandalo la cui notizia sta facendo il giro dell’Italia.

Su Rassegna.it leggiamo maggiori dettagli:
Un bonifico di 92 euro per un mese di lavoro e tagli alla retribuzione in caso di assenza anche di soli tre minuti dalla postazione per andare alla toilette. Con la conseguenze che i compensi scendevano anche fino a 33 centesimi l’ora. A segnalare questo incredibile caso di sfruttamento sul lavoro è la Slc Cgil di Taranto, che ha scoperto e denunciato, anche alla Procura della Repubblica, un call center della stessa città pugliese.

In una conferenza stampa tre delle lavoratrici sfruttate hanno raccontato delle loro paghe irrisorie, con stipendi in nero e nessuna copia del contratto di lavoro ai dipendenti.[…]

“Un annuncio su un sito web – ha spiegato il sindacalista – parlava di una azienda di Lecce con sede a Taranto, che offriva ben 12mila euro all’anno, ma la realtà non solo era differente, ma superava di gran lunga ogni possibile immaginazione. Dopo un periodo di lavoro iniziato a metà ottobre e terminato a dicembre, le lavoratrici hanno scelto di licenziarsi. In busta paga avevano ricevuto il primo allucinante bonifico di appena 92 euro per un intero mese di lavoro”. Alle loro rimostranze, “l’azienda ha risposto – ha aggiunto Lumino – che lasciando il posto per andare al bagno anche per un ritardo di tre minuti non poteva riconosceva la retribuzione oraria. Ho allora calcolato l’effettiva paga con la calcolatrice – ha concluso il segretario Slc – e il risultato è stato di 33 centesimi di euro l’ora”.

Questo e molto altro ancora accade oggi in Italia, il paese felice raccontato dal PD ma che nasconde invece molte molte ombre e tanto tanto sfruttamento, a danno di italiani e non solo.

Foto Credit: Qui