Clandestino Aggredisce poliziotti con manubrio da palestra. I dettagli.

Napoli, una città in cui eventi del genere capitano purtroppo ogni giorno. E i migranti non aiutano di certo.

Si cerca di trovare una spiegazione all’accaduto, ma gli agenti non riescono a capire il gesto assurdo del migrante.

Leggiamo da Il Giornale:

Muhammad Abdelhakim, 36 anni, questo è il nome del protagonista della vicenda, è stato arrestato dagli agenti della polizia di Stato dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura del capoluogo partenopeo. Le pesantissime accuse nei confronti dell’uomo, irregolare sul territorio nazionale, sono di resistenza aggravata a P.U. e danneggiamento aggravato. Il ghanese, ancora, è stato deferito per il reato di ricettazione e per il reato di clandestinità.

Il fatto, come detto, è avvenuto nella serata di ieri. Gli agenti di polizia, nel corso del consueto giro di vite, sono passati per Piazza Porta Nolana e, qui, hanno notato due cittadini extracomunitari intenti a scambiarsi degli oggetti. Una situazione ben nota agli investigatori e che li ha spinti ad approfondire i sospetti.

I due extracomunitari, però, alla vista dei poliziotti, si sono rapidamente dati alla fuga raggiungendo in un istante la vicina Piazza Garibaldi. Uno dei due fuggitivi è riuscito a dileguarsi in direzione vico Sopra Muro, mentre il 36enne, raggiunto dagli uomini in divisa, ha opposto un’elevata resistenza; afferrando un manubrio da palestra del peso di 10 kg e scagliandolo verso gli agenti, danneggiando l’auto di servizio.

Dopo l’aggressione agli agenti, l’uomo è stato condotto in questura dove gli sono stati trovati addosso guadagni illeciti e cellulari di indubbia provenienza.

Diverse accuse contro l’uomo che ora è in arresto.

Fonte: ilgiornale

Foto: internapoli