Battezzato il “Passo della Morte”. Si tratta del confine Italia-Francia che sta facendo tremare due migranti.

Una notte di terrore per due migranti che hanno provato a oltrepassare il confine italiano. Ma qualcosa è andato storto.

Uno strapiombo di 100 metri tiene ancora intrappolati due migranti. Da ieri sera combattono tra la vita e la morte. Così anche la squadra dei vigili del fuoco sta lavorando senza sosta per portarli sulla terra ferma al sicuro.

Leggiamo i dettagli su Il Giornale:

Squadre di vigili del fuoco – con il supporto del reparto Speleo Alpino Fluviale (Saf) – hanno operato fino alle 4.30, per poi interrompere le operazioni di recupero, per riprenderle con le prime luci del sole. Anche il tentativo di raggiungere uno dei due stranieri, allungando l’autoscala, si è presto rivelato vano.

Quest’ultimi, in un primo istante, sono riusciti a segnare la propria posizione grazie a delle torce. Nessun mezzo di soccorso da parte francese si è unito ai soccorsi, a parte un gruppo di gendarmi che ha effettuato un sopralluogo a monte del costone. Verso le 9 è arrivato un elicottero dei vigili del fuoco ed è probabile che i soccorritori cercheranno di vericellare i due migranti.

La roccia, coperta da macchia Mediterranea, è tristemente nota come “Passo della morte”, per l’alto numero di stranieri che nel corso degli anni – ancora prima di quest’ultimo esodo – sono precipitati nel tentativo di raggiungere la Francia. 

Come se fosse l’unica via di fuga. Ma spesso, troppo spesso, invece della libertà si trova la morte.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilsecoloXIX