Assurdo. Mattarella contro il governo: “Tutelare l’Unione Europea senza provocare rotture.”

Il Capo dello Stato non si smentisce mai. L’ennesima mossa per screditare le parole dei gialloverdi.

Mattarella a Cernobbio e il suo discorso pro Ue e contro spinte dissociative antistoriche. Come se il nostro Presidente non avesse mai assistito ai recenti dietrofront dell’ Ue contro l’Italia.

Leggiamo su Il Giornale:

“Dobbiamo riaffermare i valori fondamentali alla base delle libere scelte che hanno portato all’Unione europea: libertà, stato di diritto, democrazia, uguaglianza, solidarietà, rispetto della dignità umana”. Per Mattarella, infatti, la ragion d’esser profonda dell’appartenenza all’Unione europea “va ben oltre la semplice partita del dare/avere”.

Da qui la necessità di rendere attuali i valori costitutivi per declinarli “in iniziative concrete per rispondere tempestivamente alle aspettative dei cittadini”, cosa che “richiede un coerente sforzo e concorso collettivi”.

L’auspicio del capo dello Stato, nel suo messaggio inviato all’apertura della seconda giornata dei lavori della 44esima edizione del Forum Ambrosetti di Cernobbio, è che le istituzioni europee e nazionali lavorino insieme per “rispondere alle esigenze di cittadini e soggetti economici e sociali, garantendo libertà in un mondo aperto e, allo stesso tempo, coesione e solidarietà, presupposti per perseguire il cammino di pace, democrazia e sviluppo assicurato dall’integrazione del continente in questi sessant’anni, estendendolo, auspicabilmente, oltre i suoi confini”.

Solite parole neutrali del Capo dello Stato che non si sporca le mani per difendere la sua Nazione dalla corruzione a cui ci ha spinti il governo democratico.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilpost