Quella furbizia di chi sbarca. “Ci stanno prendendo in giro.” Ecco cosa succede.

Il caso della nave Diciotti ancora sotto i riflettori. E’ giallo su alcuni passeggeri scomparsi nel nulla.

Non sono pochi i migranti affidati alla Cei che sono praticamente scomparsi subito dopo il loro affido.

Leggiamo il caso su Il Giornale:

“Si sono già dileguati 40 dei 144 immigrati maggiorenni sbarcati dalla Diciotti e affidati alla Cei o al Centro di Messina – dicono i sottosegretari all’Interno, Stefano Candiani e Nicola Molteni -.

Ricordiamo che, per la legge, queste persone hanno libertà di movimento e quindi non sono sottoposte alla sorveglianza dello Stato. Erano così disperate che hanno preferito rinunciare a vitto e alloggio garantiti per andare chissà dove.

È l’ennesima prova che chi sbarca in Italia non sempre scappa dalla fame e dalla guerra, nonostante le bugie della sinistra e di chi usa gli immigrati per fare business”.

La loro dispersione è avvenuta piano piano. La prima volta sono scappati già dal primo giorno e poi così via fino a ieri, dove per la precisione sono 19 a mancare nella lista della Cei.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilfattoquotidiano