I Radical Chic remano contro il governo, ma qualcuno li zittisce: “Lasciamoli Lavorare.”

Sul tappeto dell’evento di Venezia è stato Scamarcio che senza troppi giri di parole ha difeso il governo giallo-verde.

L’attore, in occasione della serata del Cinema di Venezia, ha lodato apertamente il lavoro del governo e non solo. Ha bacchettato la sinistra.

Leggiamo Il Giornale:

All’attore piace il programma di Lega Movimento 5 Stelle, riconoscendo specialmente a Matteo Salvini, l’anima nazionalista dell’esecutivo giallo-verde. Un’anima volta alla difesa della madrepatria che ha conquistato il volto del grande schermo italiano.

Oggi il 38enne pugliese, protagonista al festival del cinema di Venezia – che lo vede tra i protagonista de “I villeggianti”, il nuovo film di Valeria Bruni Tedeschi – è sceso a modo suo in campo in occasione di un’intervista rilasciata all’Huffingtion Post.

“Io mi schiero, l’ho sempre fatto nella mia vita”. E alla domanda del giornalista, che gli chiedeva un giudizio sul governo Conte e lo stato di salute della politica nostrana, Scamarcio ha risposto in modo ficcante e articolato: “Voglio partire da un punto fondamentale: il fatto che questo governo sia il primo governo dopo trent’anni che dica – poi vedremo se lo farà – di rinazionalizzare i beni pubblici, ecco, io penso che solo per questo che questo meriti un grandissimo rispetto.

Scamarcio, infine, denuncia l’inesistenza della sinistra. I veri valori che dovrebbero essere di una sinistra per i lavoratori, in realtà,in Italia, non ci sono mai stati.

E voi, siete d’accordo con lui?

Fonte: ilgiornale

Foto: direttanews24