Il sinistro insulta Salvini così. Ma spunta lei che lo difende. Faccia di baccalà. Ecco chi parla.

Si allunga la lista di chi con isulti e minacce si rivolge a Matteo Salvini. Questa è la volta di Salvo Vitale che lancia questo post su Facebook.

Tenetevi Salvini. Lasciate stare in pace Peppino. Egli vola ben più in alto di voi“. Ma chi questo personaggio?

Salvo Vitale, già compagno di battaglie di Peppino Impastato e oggi professore in pensione e giornalista per diletto, accanto a una foto in bianco e nero degli anni 60 che ritrae, giovani, sorridenti e abbracciati, Peppino Impastato e un amico di colore, Benedetto soprannominato “u niuru” (il nero).

Vitale l’ha posta per sottolineare l’ indole da sempre antirazzista del militante di Democrazia proletaria ucciso a Cinisi nel ’78 per le sue denunce contro il boss mafioso Tano Badalamenti. Ecco la foto in questione.

Ma quella foto non è piaciuta alla figlia di Benedetto. A dimostrarlo il post che la donna ha scritto su Facebook.

“Devi levare il post perché mio padre non è un immigrato io parlo a nome suo visto che lui non può e se avesse visto questo post si sarebbe incazzato, non hai nessun rispetto per Binirittu e parli solo per la tua politica del cazzo che non ha mai concluso niente per noi giovani Peppino è morto ma invano, perché avete fatto della politica un servizio alle vostre tasche. Faccia di baccalà”.

Bello forte. E voi siete d’accordo?

Fonte: Libero

Foto credit: huffingtonpost