Migranti nella sporcizia con i soldi degli italiani. Salvini: porcheria delle Coop. Puniti subito.

I carabinieri della Compagnia di Signa e le Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Firenze hanno eseguito l’ordinanza di arresti e di interdizione da incarichi in strutture di accoglienza migranti.

Nel mirino ci sono quelle coop che nel 2014 si sono aggiudicate i bandi della prefettura per l’accoglienza dei migranti nei centri di prima accoglienza di Lastra a Signa e Firenze.

I bandi prevedevano la sistemazione dei migranti in strutture e una serie di servizi, come la consegna del pocket money, la lavanderia, le tessere telefoniche.

Ma gli agenti, anche grazie a diverse testimonianze, hanno notato come i servizi non venivano erogati correttamente: condizioni igienico-sanitarie precarie, mancata giustificazione di alcune note di spesa, la mancata documentazione dei costi per il personale impiegato nell’attività, la contestuale registrazione di alcuni migranti presso diversi centri di accoglienza dislocati in varie località .

Nei centri di accoglienza veniva fornito cibo avariato o scaduto, le lenzuola veniva cambiate ogni tre mesi, nessuno faceva le pulizie negli alloggi e non veniva neanche fornito agli ospiti il pocket money.

Insomma un po’ di tutto. Da qui la procura, con il sostituto procuratore Leopoldo De Gregorio, ha chiesto e ottenuto dal tribunale le misure cautelari.

L’accusa è quella di frode nelle pubbliche forniture. Durante le indagini sono state svolte anche diverse perquisizioni domiciliari.

Ai domiciliari sono già finiti due dei quattro indagati, i soci della Eurotravel srl Ottorino e Davide Stantetti, accusati di frode in pubbliche forniture. I presidenti delle Coop “Il Cenacolo onlus”, Matteo Conti, e il “Consorzio CO&So”, Lorenzo Terzani, sono stati interdetti con lo stesso motivo da tutti gli incarichi societari.

Il Ministro degli Interni, Matteo Salvini ringrazia e scrive: “Chiunque sfrutta l’immigrazione clandestina per riempirsi le tasche va PUNITO in maniera esemplare, senza se e senza ma. Complimenti a Carabinieri e Guardia di Finanza per l’operazione. Anche per gestori e cooperative in malafede, è finita la pacchia!”.

Fonte: Libero

Foto credit: ilquaderno