Orco Bengalese condannato tre volte. Perchè è ancora libero e compie violenze sessuali?

A Rimini, l’uomo già noto alle forze dell’ordine, continua indisturbato a compiere atti osceni in luogo pubblico . E non solo.

La città di Rimini sembra non riuscire a contrastare il migrante che violenta le donne. Nonostante le numerose denunce sul suo conto, eccolo sempre in azione.

Leggiamo su Il Giornale:

L’uomo finito in manette, un venditore ambulante di rose originario del Bangladesh, in passato infatti aveva collezionato tre denunce per lo stesso tipo di reato. Ma non è stata la paura di finire in prigione ancora una volta, a fermarlo. Anche perché deve aver testato sulla sua pelle che basta un attimo e in Italia si è di nuovo liberi, liberi per le strade e liberi di reiterare comportamenti sbagliati.

Domenica alle 5.30 il bengalese, mentre era in sella alla sua bicicletta, ha notato la ragazza che stava camminando da sola, per raggiungere il suo albergo. Ha tentato prima un approccio, facendole dei complimenti. Ma l’indifferenza della danese lo ha indispettito.

Così è sceso al volo e l’ha raggiunta, mentre la giovane cercava di camminare più velocemente per seminarlo. Quando l’ha avuta davanti, l’ha palpeggiata nelle parti intime, provocandole un forte dolore. Poi è fuggito, facendo perdere le tracce.

La musica è sempre la stessa. Ma l’uomo avrà capito come funziona in Italia. Se sei migrante la vita è facile: commetti un reato ma solo dopo poche ore sei di nuovo libero.

Come mai se sei italiano, non vale la stesa regola?

Fonte: ilgiornale

Foto: actionweb24