Il nome tanto atteso. Di Maio annuncia che il Ponte Morandi sarà ricostruito: Fincantieri è il fiore all’occhiello.

Il vicepremier dopo la discussione sulle concessioni e dopo varie proposte ha finalmente scelto chi ricostruirà il ponte Morandi.

Un nome, una garanzia. Questo probabilmente è il motivo che ha spinto Di Maio così direttamente a lanciare il nome Fincantieri nella sua intervista.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

“Il ponte lo deve costruire un’azienda di Stato, noi abbiamo un gioiello che si chiama Fincantieri che può essere sostenuta da Cdp”, ha dichiarato Luigi Di Maio a margine di un incontro con il presidente egiziano al Sisi all’ambasciata italiana al Cairo. Il vice premier, quindi, non ha dubbi. Anzi: eleogia l’operto di Fincantieri e designa proprio a questa azienda il compito di ricostruire il ponte Morandi.

Ma mentre Luigi Di Maio fa questo annunio, Alessia Morani del Pd alza la testa e su Twitter si scaglia contro il vice premier grillino:

“I ministri Luigi Di Maio e Danilo Toninellli perché non chiedono un parere all’Avvocatura dello Stato sulla possibilità che la ricostruzione del ponte Morandi possa o meno essere affidata a Fincantieri senza gara? Così avremo una risposta certa e non soggetta alla propaganda”.

Chi poteva lamentarsi se non il partito dei piddini, che immediatamente chiedono spiegazioni. Il fatto che Fincantieri non sia stato scelto dopo delle votazioni o una gara, il Pd chiede le motivazioni di tale scelta improvvisa.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilsole24ore