Shock-Cosa può combinare il governo ai pm che accusano Salvini: la bomba micidiale di Becchi.

La questione che ha coinvolto Salvini ha indotto tutti ad esprimere la propria.

D’altra parte il ministro degli Interni italiano è indagato per aver posto dei limiti all’immigrazione clandestina che, da tempo, dilania il Paese.

Ad avere le idee chiare è Paolo Becchi, il quale definisce l’indagine della procura di Agrigento una vera e propria sentenza politica, che mira a dividere il governo.

D’altra parte il codice del Movimento 5 stelle non transige e questo potrebbe davvero creare problemi.

Dopo aver sottolineato la follia della mancata lista degli indagati per il caso del crollo del ponte Morandi (nonostante le 43 vittime) rispetto al caso di Salvini, il giornalista ritiene che il governo debba immediatamente passare dalle parole ai fatti.

In che modo?

“Il governo eserciti il potere ispettivo di cui dispone e mandi subito gli ispettori del ministero della giustizia alla procura di Agrigento. Sarebbe questo un forte segnale politico”, tuona il giornalista.

E conclude con una soluzione molto concreta: “Il decreto legge che abbiamo proposto nei giorni scorsi su questo giornale è l’ unico modo per evitare che questo avvenga. Non è mai troppo tardi per approvarlo. Una nave militare italiana che prende a bordo migranti clandestini, deve avere la previa autorizzazione del governo per farlo. Andrebbero inoltre il più rapidamente possibile modificate le regole sull’ immigrazione clandestina. Il tempo delle parole è finito. Ora si passi alle decisioni politiche.”

Cosa ne pensi?

Fonte: Libero

Foto credit: IlGiornale