Rottura tra Lega e 5 Stelle? Di Maio fa chiarezza su Fico e sull’intento del governo

La nave Diciotti in questi giorni sta monopolizzando le cronache nazionali con un Salvini deciso per la sua strada e i democratici che si stracciano le vesti, con tanto di passerelle e presidi al porto di Catania.

Politicamente la cosa ha rischiato di innescare un terremoto, perlomeno secondo quanto paventato da alcuni giornali. La posizione pro-sbarco del Presidente della Camera Fico è stata letta come una rottura nei confronti di Salvini.

Fico, che del Movimento 5 Stelle è elemento di spicco, ponendosi contro il Ministro dell’Intero ha lasciato presagire una potenziale rottura tra Lega e M5S. I detrattori del governo gialloverde hanno cavalcato l’onda, ma il vicepremier Di Maio fa chiarezza sulla questione.

«Credo che Roberto Fico come presidente della Camera abbia tutto il diritto di esprimere la sua opinione ma il governo compatto nel portare la linea che è quella del premier Conte, il quale ha detto “l’Europa batta un colpo”».

Lo ha detto ad Agorà su RaiTre il vicepremier Luigi Di Maio, commentando il caso della nave Diciotti. E ancora: «Ho sempre avuto rispetto per la magistratura, che farà le sue indagini. Noi come governo ci prendiamo la responsabilità di quello che stiamo facendo».

In merito all’Ue poi ha ribadito la minaccia di tagliare i 20 miliardi di contributi l’anno: «La linea morbida con l’Ue, abbiamo già sperimentato che non funziona; allora la linea dura è: togliamogli i soldi se non ci ascoltano.

Io non ho visto dichiarazioni da Ue in questa settimana e non vogliamo essere presi in giro dagli altri Paesi Ue»“.

Insomma, un accordo di governo che rimane solido anche se qualche membro (pur di spicco) di uno dei due schieramenti non è d’accordo. Grande segnale di compattezza e coerenza, che farà impazzire dem, magliette rosse, saviani e promotori dell’invasione, oops… dell’accoglienza senza se e senza ma.

Fonte: Il Giornale

Fonte foto: Il Manifesto