“Loro vogliono i migranti della Diciotti? Che protestino pure.” Salvini non ne vuole sapere e scherza.

Gruppo di contestatori pronti a ricevere i 177 migranti a Catania. Il ministro dell’interno non si lascia impietosire.

La non coerenza dei Paesi Europei indurisce ancora di più la solidarietà di Matteo Salvini. E i migranti sono costretti a restare ancora sulla nave.

I dettagli su Il Giornale:

Ora, però, nella diatriba ci si mette pure un gruppo di contestatori. Dopo le solite associazioni umanitarie che hanno protestato questa mattina al molo di Levante del porto di Catania, dei cittadini siciliani si sono presentati vicino alla Diciotti con degli striscioni e cartelloni. Le forze contestatrici, però, erano davvero un numero esiguo, segno che la politica adottata da Salvini è perlopiù condivisa. E così Matteo Salvini non ha perso occasione di scherzarci sopra: “A Catania sono arrivati anche i ‘numerosissimi’ contestatori che vogliono ancora immigrati… Glielo mandiamo un bacione?”.

Il post pubblicato su Facebook dal vice premier ha subito ricevuto migliaia di commenti. E molti ci tengono a rassicurare Salvini: “A Catania questi sono 4 topi di fogna. La città la pensa certamente diversamente e lo dico perché da Siciliano conosco bene il pensiero della mia comunità.

I siciliani si sono rotti le palle di avere quartieri, città, strade piene di nulla facenti che oltre a costare allo stato ed a noi, sono la causa primaria di disordini, delinquenza e anche di molestie“.

Se qualcuno pensa che quattro contestatori facciano la differenza, allo ci si sbaglia di grosso. I cittadini siciliani non vogliono altri migranti a spasso per la città.

Ragion per cui se Salvini non riceve risposta dagli eurocratici, i migranti potranno restare sulla nave.

Fonte: ilgiornale

Foto: twitter