Conte chiede 2 miliardi ma Autostrade non cede: la grande offesa agli italiani. I dettagli.

La tragedia di Genova non finirà “all’italiana”.

Questo è quanto ci hanno promesso ed è quanto ci auguriamo il nuovo governo porti avanti.

Autostrade, però, prende tempo sulla revoca della concessione e deliera gli interventi per 500 milioni di euro per far fronte alle emergenze di Genova.

Soldi che sarebbero destinati anche alla ricostruzione del ponte sulla A10 entro otto mesi da quando riceveranno le autorizzazioni.

Oggi il Cda di Autostrade si è riunito e, oltre ad esprimere la sua vicinanza alle famiglie delle vittime, ha preso alcune decisioni.

Rispetto alla richiesta di Giuseppe Conte di quadruplicare l’offerta, Autostrade ha confermato gli impegni economici già annunciati in precedenza.

Nella nota si legge: “in attesa degli esiti degli accertamenti in corso il Consiglio ha condiviso una prima lista di iniziative (per una stima preliminare di 500 milioni di euro – finanziati con mezzi propri)”.

Nello specifico è stato deciso un “supporto alle famiglie colpite dalla tragedia”.
Sia alle famiglie delle vittime che agli sfollati, andrà un “fondo per soddisfare le prime esigenze”.

Al Comune di Genova è stata proposta, inoltre, l’istituzione di un “fondo sociale di alcuni milioni di euro da destinare in aiuto delle famiglie delle vittime”.

Non si è ancora parlato di cifre precise.

Intanto Autostrade conferma la progettazione di un nuovo Ponte che sostituisca quello Morandi, secondo le tecnologie moderne.

Ma la partita più importante da giocare riguarda ol’iter per la revoca della concessione già avviato dal governo.

Cosa pensi dei 500 milioni offerti da Autostrade per l’Italia?

Una parte del web si è già schierata ritendendola una gravissima offesa.

Fonte: IlGiornale

Foto credit: IlCorrieredellasera