Continua la lotta al caporalato. Colpo grosso. Immigrati sfruttano gli immigrati. Denunce e arresti.

Continua la lotta al caporalato. Questa volta gli immigrati sono contro gli stessi immigrati. Questa volta le indagini hanno portato ad un importante arresto.

In provincia di Foggia sono stati sequestrati dagli agenti dei carabinieri 12 i mezzi per il trasporto di braccianti agricoli nell’ambito delle attività di contrasto al caporalato.

Oltre 50 braccianti e denunciati cinque presunti caporali, tra cui un italiano, che sabato sono stati indagati dalla Procura di Foggia.

Uno dei presunti caporali è un senegalese di 23 anni che è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale.

Dopo un lungo inseguimento e aggressione al pubblico ufficiale, l’uomo è stato arrestato. I mezzi sequestrati, quasi tutti con targhe straniere (sette autovetture e cinque furgoni) non avevano l’assicurazione e i documenti di circolazione.

Nei furgoni erano state installate panche di legno per poter ospitare un numero maggiore di braccianti.

I carabinieri hanno anche sequestrato quaderni con la contabilità, che ritengono essere importanti prove. Ben fatto. Avanti così.

Fonte: Il Populista

Foto credit: lecronachelucane