Video. Per concludere in bellezza arriva il tormentone del migrante: “Italia racist.”

A Frosinone la festa annuale ha avuto come protagonista il rap contro Salvini. Oggi un tormentone per gli immigrati.

A reppare con convinzione Six One, nome del cantautore dell’inno contro Salvini. Ma lo sfogo non è solo contro il Ministro dell’Interno, ma anche contro tutti i cittadini italiani.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

La kermesse ciclopica non ha giocato alcun ruolo nella rappresentazione musicale messa in atto dall’autore del testo. Un’esibizione canora fuori concorso, insomma, ma che potrebbe essere destinata a far discutere. “Perché hai ucciso quei poveri innocenti”, si può ascoltare in quella che è già stata definita una “improvvisazione”. “Salvini sta a fa proprio un macello, vuole cambiare la legge…”, ha aggiunto il rapper all’interno delle sue strofe.

Poi quelle che sembrerebbero essere delle accuse rivolte tanto al governo italiano quanto alla “gente”, la stessa che si starebbe distinguendo per essere “racist”. Il tutto condito anche da un “andate a fa il culo, a me non mi frega un cazzo”. “Cosa stai dicendo – si chiede rappando il giovane africano – devi sapere che siamo tutti umani”.

SALVINI AFRICA RAP

SALVINI AFRICA RAP Camminando per Alatri ci ha fermato questo ragazzo… Siamo qui per documentare e non per schierarci… La nostra pagina ha questo scopo…#rap #africa #salvini #claudiotofani #backstage #videomusic #followers #following #follow4follow #followforlikes #followalways #follow #followgram #follow_me

Posted by CLAUDIO TOFANI (Regista) on Sunday, August 19, 2018

E ancora: “Vogliamo un’Italia unita dove non ci sia il nero, vogliamo un’Italia unita dove non ci sia il bianco”. La persona di colore si dichiara dispiaciuta, al termine del video, per “alcuni che sono buono”. Concetti espressi anche mediante l’utilizzo di gesti espliciti, come il dito medio di entrambe le mani. L’Italia, il governo e la gente vengono bollati, senza troppi giri di parole, come “racist”.

Il rap di Frosinone ha suscitato in breve tempo non poche polemiche. A replicare è stato lo stesso partito della Lega. L’esponente Papaevangeliu è intervenuta affermando che anche gli italiani vogliono più pulizia e giustizia.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilgiornale