Salvini lancia la bomba sulle pensioni d’oro e stoppa Di Maio. I dettagli di un nuovo dossier.

Nuove modifiche in campo per quanto riguarda il disegno di legge sul ricalcolo delle cosiddette pensioni d’oro che apriranno i lavori parlamentari di settembre.

Secondo fonti leghiste, l’impianto della proposta nata e preparata in casa 5 Stelle è di fatto morto e sepolto.

A spingere in questa direzione è un dossier arrivato sulla scrivania del vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini.

In esso si evidenzia come a essere radicalmente penalizzati dal ricalcolo targato 5 Stelle sarebbero sopratutto i pensionati e i pensionandi del Nord.

Lo stesso Riccardo Molinari, co-firmatario della proposta spiega che “bisogna trovare un correttivo.

Stiamo penando a un correttivo che porti un contributo di solidarietà dalle pensioni più alte a quelle più basse”.

Staremo a vedere come andrà a finire.

Fonte: Libero

Foto credit: ilsole24ore