“No” alle donne nello stadio. Volantino SHOCK circolato poco prima della partita. Realtà?

La speranza è che si tratti solo di uno scherzo di pessimo gusto, anche se così non sembra. La scritta compare su un volantino, fatto circolare in Curva Nord all’Olimpico poco prima della partita di campionato Lazio-Napoli.

Si legge: «La Nord per noi rappresenta un luogo sacro. Un ambiente con un codice non scritto ma da rispettare. Le prime linee, da sempre, le viviamo come fossero una linea trincerata.

All’interno di essa non ammettiamo donne, mogli e fidanzate. Pertanto le invitiamo a posizionarsi dalla decima fila in poi. Chi sceglie lo stadio come alternativa alla spensierata e romantica giornata a Villa Borghese, andasse in altri settori», firmato da “Direttivo Diabolik Pluto”.


Il gruppo è rappresentato dalla pezza con l’aquila imperiale sul cancello principale della Nord che ha preso le redini dall’addio degli Irriducibili.

Il suo leader è Fabrizio Diabolik, che in questo momento non gode della libertà e quindi la Curva è in mano ad altri ragazzi molto in gamba che stanno provando a non far rimpiangere ‘Diablo’».

Personaggi che interpretano il calcio come una guerra: se lo scopo era inorgoglire il loro boss, che a quanto pare si trova dietro le sbarre, e farsi una triste pubblicità, ebbene ci sono riusciti.

Divieti ridicoli inaccettabili, impregnati di sessismo e maschilismo, messi nero su bianco e consegnati agli spettatori, su cui è ipotizzabile che ora indaghi la Digos. Fortunatamente, nonostante la sconfitta casalinga in rimonta per 2-1, non si sono registrati incidenti sulle tribune.

Fonte: Il Corriere della Sera

Foto credit: lazionews24