Un nuovo ponte per Genova nel 2019. Di Maio assicura che pagherà Autostrade.

Nei giorni che vede attaccare l’impresa Autostrade e Co. arriva anche la sentenza del governo.

Come annunciato, prima che si arrivi a fare giustizia per la strage, il vicepremier grillino senza mezzi termini ha dato la sentenza.

Leggiamo i dettagli su Il Giornale:

Chi pagherà il nuovo ponte sarà Società Autostrade, chi lo costruirà lo valuteremo”, dice il primo, mentre il secondo detta le tempistiche: “Il ponte va ricostruito il prima possibile, Società Autostrade ha parlato di cinque mesi, credo che entro un anno sia possibile”. Il vicepremier Luigi Di Maio, ai microfoni di In Onda su La7, invece, ha assicurato che non saranno affidati ai Benetton i lavori: “Non ricostruiranno loro il ponte: questo è il minimo”.

Nel corso del Consiglio dei ministri straordinario, che si terrà sabato presso la Prefettura di Genova, il governo stanzierà la seconda tranche di aiuti alla città per superare lo stato di emergenza, così come è stato preannunciato da Giacomo Giampedrone, assessore regionale ligure alla Protezione Civile.

Dopo i 5 milioni predisposti per le urgenze il Cdm, si legge sul Corriere della Sera, riconoscerà extra costi per assegnare un’abitazione agli sfollati, modificare la viabilità e rimborsare le imprese danneggiate dal crollo.

E’ stato dichiarato lo stato di emergenza. E il governo sta lavorando tempestivamente per poter far fronte a un problema che ha messo in ginocchio il paese.

Non solo gli sfollati, ma anche le attività commerciali rischiano un crollo per un’arteria autostradale di rilevante importanza.

Fonte: ilgiornale

Foto: corrieredelveneto