L’ultima vergogna di Toscani. Pur di difendere Benetton se ne infischia degli italiani e li riduce così.

Il fotografo Oliviero Toscani lancia l’ultima provocazione senza precedenti: “Siamo un paese che deve andare dallo psicanalista; il popolo italiano è frustrato e infelice.

Cos’è questa cattiveria, questo livore?” si chiede Toscani. La risposta ovvia sarebbe “perchè ci sono una quarantina di morti, decine di feriti e centinaia di sfollati”.

Ma Toscani se ne inpippa e preferisce buttare la croce sugli italiani: “Da fotografo e da uomo immagine posso dire proprio questo: siamo un popolo di infelici, incattiviti.

Ce l’abbiamo con la nostra condizione, secondo me è per una colpa nostra. Ma allora prendiamoci a sberle per strada, sarebbe più sano a questo punto.

Che popolo cattivo… E non dico solo quello italiano, l’umanità. Ce l’abbiamo con tutti…”. Toscani, poi, rivela che quella mattina avrebbe dovuto percorrere quel viadotto in moto, insieme al figlio per andare in Francia.

“Mentre stavo partendo da casa mi ha chiamato un tecnico del mio service, che doveva raggiungermi a casa.

E mi ha detto: sono in ritardo. Ho voluto aspettarlo…. Grazie a quel ritardo sono partito un’ora e mezza dopo, senno sarei stato là”.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: ilgiornale