L’ex Governo PD sapeva tutto sul rischio crollo Ponte Morandi. Tragedia annunciata. I documenti SHOCK.

“Immagini impressionanti. GRAZIE alle centinaia di professionisti, soccorritori e volontari impegnati da ore nei soccorsi, una preghiera per le vittime e per le loro famiglie.

Una promessa: andremo fino in fondo per accertare le responsabilità di questo disastro inaccettabile”. Così Matteo Salvini sulla tragedia che ha colpito Genova.

Ma che il ponte Morandi fosse a rischio si sapeva almeno dal 2015, quando ben due interrogazioni parlamentari vennero rivolte al Governo a guida PD. Voci evidentemente rimaste inascoltate.

Ecco i documenti ufficiali che provano quanto appena detto.

Intanto il Ministro degli Interni vuole vederci chiaro e promette che ci saranno i nomi e i cognomi di tutti i responsabili.

E fa un bilancio del disastro: “Sale purtroppo a 35 il numero delle vittime della strage di Genova, fra cui tre bimbi di 8, 12 e 13 anni, con gli ultimi corpi recuperati dai Vigili del Fuoco che hanno lavorato senza sosta anche stanotte.

GRAZIE a loro, ai medici, a tutti i soccorritori e ai volontari presenti sul posto, mentre nostro dovere sarà controllare tutte le opere pubbliche segnalate da sindaci e cittadini, e individuare i colpevoli di questo disastro, che non rimarrà impunito”.

Fonte: Il Populista

Fonte: ilpopulista