“Se non vi piace quella è la porta.” Salvini mette fine ai capricci dei migranti.

Il vicepremier Salvini non vuole più sentire nessun migrante lamentarsi sull’accoglienza.

Come se non bastasse bisogna subirsi le critiche in hotel dai migranti. Qualcuno minaccia anche di denunciare il ministro leghista.

Leggiamo su Il Giornale:

L’albergo li ospita e loro la definiscono “una merda di struttura”. Così 35 profughi, tutti maschi dai 20 ai 30 anni, hanno manifestato davanti all’albergo “Tre lampioni” nel Bresciano, dove sono ospitati da tempo (alcuni da quasi tre anni).

Durante il presidio di protesta hanno appeso sulla facciata dell’hotel un bel cartello peino di riconosenza: “Siamo stufi di vivere in questa m… di struttura”, recita la scritta esposta dai migranti, che poi continua a ritmo di insulti.

A questo episodio non ha tardato a rispondere il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che gentilmente invitato i migranti “che fanno i capricci” ad andarsere se l’alberno in cui sono ospitati non è di loro gradimento. Il tutto, naturalmente, accompagnato da un sorriso finale.

La chiamano merda di struttura. E la risposta del ministro Salvini non tarda ad arrivare. Infatti, il vicepremier mostra loro immediatamente quale potrebbe essere la via di uscita.

Fonte: ilgiornale

Foto: tpi