Notizia bomba: Gruppo di migranti non vuole salire sulla Ong Aquarius. Cosa c’è dietro?

Hanno detto di voler proseguire da soli il viaggio verso l’Italia. Così sono rimasti sulla loro barca.

Tunisini. Stavano attraversando in barca le acque pericolose al largo in mare. La Aquarius li ha avvistati, cercando di offrire loro un aiuto per arrivare a destinazione.

I migranti di tutta risposta hanno detto di voler continuare da soli il viaggio verso la speranza.

Leggiamo i dettagli su Il Giornale:

“Ci volete salvare? No grazie, andiamo a Lampedusa“. È questa la risposta che un gruppo di migranti tunisini ha dato all’equipaggio della Aquarius che si era offerto di tirarli a bordo dopo che avevano navigato in mare su una barca con poca acqua e poco cibo.

Adesso i migranti, a quanto pare, preferiscono evitare le navi delle Ong e tentare comuqnue la sorte proseguendo la loro traversata. Dietro il rifiuto dei migranti tunisini ci sarebbe la paura di restare a bordo dell’Aquarius senza avere certezze su porti e tempi di sbarco.

Il barchino che ha detto “no” ad Aquarius era stato individuato dal centro di coordinamento libico che ha avrebbe chiesto l’intervento di Aquarius. Ma i membri dell’equipaggio, come riporta Repubblica, si sono trovati davanti ad un rifiuto chiaro.

Un rifiuto bomba, che vede sconfitta la Aquarius. Ma la nave Ong non si arrende e ha già imbarcato un centinaio di migranti, ma a questo punto è stata costretta a virare verso Gibilterra. Cosa succederà?

Fonte: ilgiornale

Foto: blogsicilia