“Questa è una struttura di m…a” così i migranti protestano per l’accoglienza ricevuta.

Così sul Garda il gruppo di migranti ospiti nel centro di accoglienza descrivono il loro soggiorno.

Rompono il silenzio sul Lago di Garda davanti all’hotel che li sta ospitando. Non usano mezzi termini e ben agguerriti si mostrano alla gente.

Ennesima protesta di migranti che sembrano proprio godere di buona saluta e di non stare morendo di fame da dove vengono.

Leggiamo:

Gli immigrati sono scesi dalle loro stanze da letto belli agguerriti e, davanti all’hotel Tre Lampioni di Toscolano Maderno, hanno iniziato a chiedere condizioni igienico-sanitarie dignitose e il rispetto dei tempi burocratici previsti per la valutazione del loro status. Ma i 35 profughi, tutti maschi dai 20 ai 30 anni e in ottima salute, non si sono limitati ai classici slogan.

Per dare ancora più forza alle loro parole, hanno appeso sulla facciata dell’hotel un cartello che sui social (e non solo) sta facendo parecchio discutere. Ecco a voi il testo: “Siamo stufi di vivere in questa merda di struttura. Avete promeso (promesso, ndr) tante cose che non sono stato fatto (state fatte, ndr) fino adeso (adesso, ndr).

Siete i buggiadi voi, basta le buggie (Siete voi i bugiardi, basta con le bugie, ndr). Vostro staff è qui solo fare i soldi e basta. Siamo stati zitti fino adeso (adesso, ndr) ma voi mangiate vostro parolo (vostre parole, ndr) e fate vostro besness (business, ndr). Vergognati. Siamo humani non i shiavi (schiavi, ndr)”.

Molti di questi ragazzi credevano di arrivare in Italia e avere un tappeto rosso ad attenderli?

E’ chiaro che chi li costringe ad imbarcarsi racconta molte favole sul lavoro e la bella vita del nostro paese. Peccato però che la situazione non è quella di una favola!

Fonte: ilgiornale

Foto: ilprimatonazionale