“Islam incompatibile con noi, quindi…” la bomba di Salvini sciocca tutti.

Nella sua intervista a La Bussola quotidiana, Matteo Salvini affronta tutti i temi cari al mondo cattolico.

Inutile dire, quindi, che le principali risposte riguardino famiglia, islam, droghe e immigrazione.

Le sue dichiarazioni sull’Islam sono quelle che hanno attirato maggiormente l’attenzione. A tal proposito ha ricordato il rosario che aveva mostrato in piazza Duomo a Milano, con l’intento di “difendere i nostri valori”.

Per il leader del Carroccio “è ormai provato da Interpol e dai servizi di paesi nordafricani che con i barconi sono partiti e dai barconi sono sbarcati uomini affiliati al terrorismo, e poi c’è il fenomeno dei combattenti islamici che sono partiti dall’Italia e che stanno tornando”.

Il ministro degli Interni ha spiegato: “La difesa dei nostri valori e della nostra identità passa attraverso il controllo della presenza islamica e delle organizzazioni islamiche in Italia. È evidente che l’interpretazione fanatica del Corano è incompatibile con i nostri valori di libertà e con i valori cristiani”.

Salvini sottolinea alcuni punti per rimarcare ed argomentare l’inconciliabilità della cultura islamica con la nostra, da lui sempre sostenuta.

Per velocizzare i rimpatri, il ministro ha in mente una proposta precisa:

“L’Europa stringe accordi commerciali con quasi tutti questi Paesi: offre sostegno economico, agricolo, culturale. Io ho chiesto che ogni nuovo accordo preveda una clausola di rimpatrio sugli immigrati irregolari. Io compro i tuoi prodotti, ti mando degli aiuti però se ci sono immigrati irregolari te li riprendi”.

Che te ne pare?

Fonte: Il Giornale

Foto credit: LaStampa