Sindaco Sala epocale. Rimprovero alla sinistra per l’immigrazione. Le parole choc.

“Avremmo dovuto operare con un’inclusione alla tedesca.” Così il sindaco Sala alza la voce di rimprovero al partito dem.

Il realismo di Giuseppe Sala da Milano lascia tutti a bocca aperta. In tanti anni di sbarchi non si è mai lavorato realmente ad una gestione efficace degli immigrati.

I dettagli su Il Giornale:

La sinistra non ha avuto la capacità di fare un piano di integrazione alla tedesca, con corsi di lingua, formazione e test finale. Abbiamo voluto accogliere tutti senza riuscire a creare accoglienza per nessuno. Io non nascondo a nessuno che l’immigrazione è la componente più faticosa del sistema Milano, non sono uno sprovveduto, non ignoro né cerco di sbianchettare le ragioni di chi teme la cosiddetta invasione, ma provo a trovare un equilibrio.

La sinistra non l’ha fatto e a questo errore ora è difficile rimediare, specie perché Matteo Salvini lo ha intuito e ci si è buttato perfettamente mani e piedi”. Parole chiare e dirette che arrivano in occasione di un’intervista a Libero.

Sulle colonne del quotidiano, il sindaco di Milano aggiunge: “Bisogna avere il coraggio di confessare una cosa, per quanto sgradevole: l’italiano ha paura dell’uomo nero. L’immigrazione africana è allo stato brado ed è molto più temuta di quella islamica”.

E poi sante parole sul razzismo. Il razzismo è un’emozione che nasce dalla paura e dall’insicurezza. Non è odio. E così ha concluso il suo intervento.

Fonte: ilgiornale

Foto: vivicentro