Per salvare le famiglie italiane arriva la legge sulla natalità. Ecco però cosa accade agli immigrati.

Nuova proposta in Parlamento. Ma per fare questo bisognerà tassare gli immigrati.

Di cosa si tratta? E’ ben nota l’idea di famiglia della Lega. E questo non è mai stato un mistero. Però Salvini insieme con Fontana vorrebbero vedere le famiglie italiane con più figli.

Dal palco della sua ultima apparizione tra il popolo, affermò che non era giusto vedere gli stranieri con più figli degli italiani. E così l’idea di portare in Parlamento una nuova proposta di legge.

Leggiamo su Il Giornale:

La summa della politica per la famiglia del Carroccio è contenuta in una proposta di legge presentata il 26 marzo scorso in Parlamento da Barbara Saltamartini, Giancarlo Giorgetti, Massimiliano Fedriga. il sottosegretario Molteni e altri parlamentari.

Innanzitutto la famiglia che la Lega intende sostenere è quella “fondata sul matrimonio tra uomo e donna” perché è l’unica che “tutela e garantisce il ruolo sociale dell’educazione dei figli” per mezzo delle ”figure genitoriali quale madre e padre”. Insomma: niente coppie gay, adozioni e stepchild adoption di sorta. Saranno vietati pure “termini surrettizi di definizione di madre e padre” tipo genitore 1 e genitore 2. Un notevole cambio di passo.

Il ministro della Famiglia Lorenzo Fontana sin dal giorno della sua nomina ha ribadito che non intende portare avanti il riconoscimento dei figli delle coppie omosessuali. Sulle sue parole si è scatenato un putiferio, arrivando pure allo scontro con il sottosegretario grillino Spadafora. Equilibri di governo.

Alcuni dei punti nella proposta di legge sono: aiuti economici mensili. asili gratis, aiuti economici annuali per vari servizi, incentivi per non abortire e così via. Per fa questo, però, verranno tassate tutte le rimesse degli immigrati. Circa il 3% dell’importo che verseranno all’estero.

Fonte: ilgiornale

Foto: vita