Avanti Di Maio. Ora è una certezza: a Settembre tagli alle pensioni. Per chi?

Per coloro che hanno pensioni da capogiro, a settembre arrivano i tagli. Ora è ufficiale.

Nessuno se la caverà. Il Movimento 5 Stelle lo aveva preannunciato ed ora si passa ai fatti. Già dopo l’estate sarà avviata la procedura.

Leggiamo su Il Giornale:

L’esecutivo e soprattutto il Movimento Cinque Stelle hanno messo nel mirino gli assegni che superano i 4mila euro al mese annunciando imminenti tagli per migliaia di pensionati. Più volte, sia il premier Conte, sia il vicepremier Di Maio hanno sottolineato come il piano dei tagli agli assegni sia in pole postion nell’agenda di governo al punto di voler calendarizzare il provvedimento già nel corso dell’estate.

Obiettivo questo fallito e il la sforbiciata a quanto pare potrebbe scattare con qualche ritardo. Ma attenzione: non si tratta di un rinvio o di una retromarcia come sperano migliaia di pensionati italiani.

Il governo non rinuncerà allo scippo sulle pensioni. E così è stato lo stesso Di Maio a ricordare come a settembre scatterà già la calendarizzazione del provvedimento per tagliare gli assegni più pesanti.

Di Maio non perde la presa. Ora il governo si batterà fino alla fine. Soprattutto saranno toccate le pensioni di quelli che non hanno mai versato contributi. E si darà un vantaggio per le pensioni minime che costantemente sono tassate per dare ai ricchi.

Fonte: ilgiornale

Foto: blastingnews