Salvini senza precedenti: “stracceremo la richiesta d’asilo a quelli come loro”. Chi manda a casa.

E’ direttamente il Ministro Matteo Salvini ad annunciarlo: “stracceremo la richiesta d’asilo a chi commette questi reati”. A chi si riferisce?

Salvini non vuole che venga dato l’asilo agli immigrati che compiono anche reati minori. Per spiegare le sue motivazioni parte da un fatto di cronaca.

“Ricordate gli accoltellamenti tra nigeriani clandestini a Ferrara nella piazza dello spaccio. Uno si è ripreso e con un amico è uscito per ricambiare il favore ai connazionali. I carabinieri li hanno intercettati e arrestati, ma sono stati feriti a colpi di spranga.

“E questi vanno processati e condannati per direttissima, i due sono già stati rimessi in libertà. Ma è normale?”.

Nella proposta di Salvini, il procedimento per ottenere l’asilo si interromperà anche per reati come spaccio, furto, aggressione e resistenza a pubblico ufficiale. Altro obiettivo riguarda i Centri di permanenza per il rimpatrio: istituirne uno per ogni regione.

Attualmente i Cpr operativi sono 5, con una capienza di poco superiore ai 500 posti. Il decreto prevede anche un aumento dei termini massimi di permanenza oltre i 90 giorni per permettere l’l’identificazione.

Ed infine, ci sarà uno stop ai viaggi dei rifugiati nei Paesi di origine; possibile la revoca dello status di rifugiato.

Fonte: Libero

Foto credit: iltempo