Lega denuncia: A Roma chiude Centro per Bambini per accogliere rom del Camping River. Ora è caos.

La furia della Lega a Roma. Quei rom del Camping River non devono essere ospitati.

Togliere un beneficio per i bambini e darlo ancora una volta ai rom. C’è qualcosa che non quadra. La Lega non ci sta e attacca la Raggi.

Leggiamo su Il Giornale:

Le famiglie rom che si sono trovate senza un tetto si stanno attrezzando come possono. Alcune, come rivelato dal Giornale.it, si sono accampate nei pressi della stazione. Altre, invece, secondo i leghisti avrebbero trovato ospitalità grazie alla Diocesi di Roma.

O almeno è questo quello che denunciano Fabrizio Santori, esponente capitolino della “Lega con Matteo Salvini”, e Riccardo Corsetto, responsabile della Sezione di Ponte Milvio.

La segnalazione ai due esponenti del partito salviniano sarebbe arrivata da famiglie della zona. “La notizia ha allarmato i residenti e le famiglie del quartiere – attaccano Santori e Corsetto – che avevano nelle suore di Santa Cornelia 150 un punto di riferimento per i propri figli, e oggi invece temono la vicinanza dei rom recentemente sgomberati dal Campo River, in un quartiere già ad alta tensione sociale. Andremo in fondo, i cittadini non vanno presi in giro“.

Un punto di riferimento per i bimbi della zona. Il loro spazio estivo nella città demolito per accogliere rom. Questa notizia non ha fatto piacere alle famiglie romane.

Ora è caos e gli esponenti leghisti non hanno nessuna intenzione di starsene fermi a guardare. I cittadini avranno ciò che gli appartiene.

Fonte: ilgiornale

Foto: nazionerom