Ecco come i radical Chic ci fregano. Ecco quanti Quattrini ci fanno sborsare i Partigiani!

Un vero e proprio tesoretto quanto versato alle varie associazioni di stampo partigiano e antifascista.
Ovviamente parliamo di fondi statali, pubblici, cioè della comunità e cioé soldi dei cittadini italiani.
E non stiamo parlando di pochi spiccioli, visto che negli ultimi 6 anni sono stati versati circa 4 milioni di Euro!

Foto Credit: Il Giornale

Sì, perché ad ogni anno ad Autunno, puntuali come un orologio svizzero, le associazioni aspettano i soldi dei fondi pubblici, che permottono loro la sopravvivenza.

Infatti su il Giornale leggiamo che:
Anche quest’anno il Governo, approvando la legge di bilancio 2017, provvederà a sovvenzionare con quasi tre milioni di euro una pletora di organizzazioni combattentistiche dalle più disparate sigle.
Dai garibaldini all’Arma di Cavalleria, passando – ovviamente – per i partigiani.

I fondi per le associazioni combattentistiche provengono da due voci di bilancio: da una parte il ministero della Difesa mette a disposizione 1,7 milioni di euro da dividere tra 47 raggruppamenti; dall’altra il ministero dell’Interno, in collaborazione con quello delle Finanze, elargisce altri 1,6 milioni. Mica bruscolini. Buona parte di questi proventi finisce nelle tasche di organizzazioni che in un modo o nell’altro si riconoscono nell’esperienza delle varie brigate antifasciste. […]

Negli ultimi anni gli stanziamenti hanno avuto un andamento ondivago: cresciuti fino al 2014, si sono contratti nel 2015 per poi tornare a crescere. Nel 2017 la Pinotti ha registrato un incremento di 164.349 euro rispetto all’anno precedente, mentre quello del ministero dell’Interno si è ridotto di soli 77mila euro.

Foto Credit: Il Giornale

Comunque vada i soldi per i partigiani, in generale, e per tutti gli antifascisti non si fanno mai mancare.
La lotta partigiana a quanto pare non deve finire, ahinoi, negli scaffali della storia.

Fonte e Foto Credit: Il Giornale