Arriva la denuncia: “diffusione di idee fondate sull’odio etnico o razziale”. Per chi sarà mai?

Tutta la Lega finita della denuncia dell’associazione Baobab Experience. C’era da aspettarselo il numero in aumento di nemici.

Come spiegano gli autori della denuncia, la motivazione del loro gesto risiede semplicemente nella difesa dell’accoglienza e della solidarietà.

Leggiamo qui:

“Siamo un gruppo di cittadini che ha deciso di denunciare il ministro dell’interno. Siamo volontari, attivisti solidali, cittadini che credono nell’accoglienza e nei valori che trasmette. Insieme all’associazione Baobab Experience abbiamo denunciato alle autorità Matteo Salvini per il reato di diffusione di idee fondate sull’odio etnico o razziale”.

L’associazione Baobab Experience mette nel mirino il leader della Lega. “Una sentenza della cassazione – spiega la nota – ha ritenuto la frase ‘…dovete andare via, rivolta ad alcuni immigrati minacciati ed aggrediti, aggravante con finalità di discriminazione, ovvero di odio razziale o etnico.

Il ministro dell’interno ha delegittimato la sentenza a mezzo Twitter riproponendo, di fatto e ripetutamente, la stessa locuzione: ‘andate vià. Per questo appare configurarsi il reato di diffusione idee fondate sull’odio etnico o razziale: Salvini fomenta un’allarmante intolleranza sociale.

E’ chiaro ed evidente che la sinistra sta facendo un bel lavoro. Piddini, ong, associazioni di volontariato e vip sembrano essersi accordati su un tema, quello del razzismo, mai sfiorato dalla Lega.

Le richieste del ministro sono sempre e solo state per la giustizia e l’uguaglianza. “Prima gli italiani” non è razzismo è giustizia!

Fonte: ilgiornale

Foto: ilgiornale