Bufera Ong. Ancora denunce per abusi sui minori. Scatta l’allarme dell’Unione Europea.

Il traffico degli abusi sulle ragazze minori non si è ancora arrestato. La Gran Bretagna lancia l’allerta per le Ong.

Gravi reati sessuali stanno riguardando alcune Ong. Troppe le denunce arrivate dal mese di febbraio scorso.

I dettagli non sono ancora stati resi pubblici, ma sembra che sono molti i volontari coinvolti nei reati di abusi sui minori.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

L’inchiesta parlamentare sulle ong britanniche è iniziata a febbraio di quest’anno, all’ indomani del coinvolgimento di esponenti di Oxfam in uno “scandalo sessuale”. Costoro erano stati accusati di avere promesso a giovani haitiane denaro e medicine in cambio di rapporti intimi.

L’International Development Committee della Camera dei Comuni, dopo avere esaminato la condotta del personale Oxfam, avrebbe rivolto la propria attenzione all’ operato delle principali associazioni no-profit. Il rapporto pubblicato a conclusione dell’inchiesta evidenzia molteplici aspetti preoccupanti del settore del volontariato.

Secondo l’International Development Committee, tale settore sarebbe caratterizzato da una “crescente noncuranza” verso i reati sessuali commessi dal personale delle ong ai danni di abitanti dei Paesi poveri. I vertici degli enti no-profit si sarebbero resi “complici” degli autori delle violenze, in quanto avrebbero garantito a questi ultimi “protezione” dalle inchieste giornalistiche e dai procedimenti giudiziari: “Gli abusi commessi da funzionari delle associazioni di volontariato costituiscono ormai un fenomeno endemico.

Lo schifo espresso dalle autorità dell’Ue dopo aver conosciuto il dramma di molte bambine immigrate ha fatto pensare che si tratta di una orrenda routine che va avanti da molto tempo.

Anche il ministro Salvini è intervenuto sulla vicenda.

Fonte: ilgiornale

Foto: ilgiornale