Firenze: Doppia batosta per la famiglia distrutta dopo l’episodio dell’abuso del prete.

Una decisione ancora più drastica arriva dai servizi sociali. I figli tolti alla famiglia.

Per problemi, che già viveva la famiglia della bimba di 10 anni abusata dal prete, i servizi sociali sono intervenuti nella giornata di oggi portando tutti i figli in una struttura più sicura.

Vediamo cosa scrive Il Giornale:

I servizi sociali del Comune di Calenzano (Firenze), hanno tolto la bambina di dieci anni, vittima dell’abuso sessuale di un prete, dalla casa dei genitori.

Lo stesso provvedimento per i suoi frateli. Il provvedimento, d’urgenza, è stato preso sulla base dell’articolo 403 del codice civile, che tutela gli stessi minori. I bambini si trovano adesso in una struttura apposita.

La situazione familiare era già nota da mesi ai servizi sociali del Comune, ben prima del grave episodio di cronaca con l’abuso sessuale in flagranza. Recentemente, però, i genitori avevano riottenuto l’affidamento.

Diversi episodi di allontanamento dalla famiglia avevano visto protagonisti i bambini della coppia in questione. Oggi ancora più allarmante è stata la decisione presa dai responsabili di tutela dei minori.

Nel frattempo il parroco è agli arresti domiciliari, ma i residenti del paese sono spaventati per i loro figli e chiedono l’allontanamento e il carcere.

Fonte: ilgiornale

Foto: kontrokultura