Vespa e la profezia al vetriolo su governo e Salvini: “la fine è vicina”. Ma fa sul serio?

Un Bruno Vespa al vetriolo, quello che sgancia affermazioni sul governo del cambiamento e questa volta anche sul Ministro degli Interni. E quel che dice non è certo di buon auspicio.

Anzi, sembra quasi annunciatore di sventura. Nel suo consueto intervento del sabato su QN, Bruno Vespa parla del “conto alla rovescia” verso la fine del governo M5s-Lega, che a suo giudizio potrebbe arrivare ben presto, intorno alla metà del 2019.

E non solo. Il padrone di casa di Porta a Porta si sofferma anche su Matteo Salvini e ne analizza gli esordi da inquilino del Viminale.

Secondo Vespa, Salvini “finora è stato fortunato perché la sua politica sui migranti non solo non costa, ma fa perfino risparmiare un po’ di soldi.

Sia la flat tax che il reddito di cittadinanza costano invece un patrimonio. Quando il ministro dell’Economia dice che questi provvedimenti verranno approvati soltanto quando ci saranno i soldi, vuol dire che nella legge di bilancio per il 2019 ce ne sarà forse soltanto una pallida traccia.

È invece scontato che entro quest’anno sarà riformata la legge Fornero, mandando in pensione chi totalizzi 100 tra anni di contributi e di età”.

Intanto i consensi e i sondaggi ufficiali parlano chiaro. Fiducia a questo governo. Appoggio a Matteo Salvini.

Secondo voi, Bruno Vespa ha ragione?

Fonte: Libero

Foto credit: gioiabotteghi