Video. Buonisti alla riscossa. Emma Bonino e il suo discorso da oscar.

C’è chi l’acclama e chi invece crede che il suo discorso non abbia alcun fondamento. La Marina smentisce.

Dai banchi del Parlamento si alza la voce di Emma Bonino che critica la volontà del governo italiano di regalare 12 motovedette alla Libia.

Leggiamo cosa scrive Il Giornale:

Il solito ritornello dei migranti che scappano da miseria e persecuzione (teoria peraltro smentita dai numeri ufficiali sul diritto d’asilo). In questi giorni in Parlamento si sta discutendo la mozione per inviare 12 nuove motovedette alla Marina di Tripoli. Una mossa che dovrebbe permettere alla Libia, come sta già avvenendo, di controllare con ancor miglior efficacia le sue coste. Impedendo che gli immigrati prendano la via del mare e muoiano inghiottiti dalle onde.

La Bonino critica il “senso continuità” che questo regalo alla Guardia costiera libica ha “rispetto a decisioni e politiche precedenti che vengono da lontano, più o meno dal 2008”. Secondio l’ex ministro il decreto “va interrotto perché non stiamo collaborando con il Governo al-Sarraj che non controlla praticamente nulla. La Libia è fatta di due stati, tre parlamenti e centinaia di milizie, che sono quelle che di fatto controllano il territorio.

Intervento Bonino 25 luglio 2018

Mio intervento durante la discussione odierna in Senato relativa al D.L. 84/2018 – Cessione unità navali alla Libia, da cui emerge, come ribadito anche in Aula, il senso di continuità di questo decreto rispetto a decisioni e politiche precedenti che vengono da lontano, più o meno dal 2008.Ed è proprio questo senso continuità, in un contesto sempre più esasperato, che a mio avviso va interrotto e ripensato. Va interrotto perché non stiamo collaborando con il Governo al-Sarraj che non controlla praticamente nulla. La Libia è fatta di due stati, tre parlamenti e centinaia di milizie, che sono quelle che di fatto controllano il territorio. Continuità significa rafforzare le milizie, che si spartiranno il controllo delle motovedette, senza che potranno salvare nessuno, così come già si spartiscono tutti gli altri traffici illeciti, dal petrolio alla droga, che pare non interessino a nessuno.Non è possibile prosciugare l’oceano con un secchio. La lotta ai trafficanti può avvenire solo con l’apertura di canali legali di ingresso controllati. Più Europa con Emma BoninoEro straniero – L'umanità che fa beneWelcoming Europe – Per un'Europa che accoglie

Posted by Emma Bonino on Wednesday, July 25, 2018

Continuità significa rafforzare le milizie, che si spartiranno il controllo delle motovedette, senza che potranno salvare nessuno (non si fa salvataggio in mare con motovedette di 10 metri), così come già si spartiscono tutti gli altri traffici illeciti, dal petrolio alla droga, che pare non interessino a nessuno”.

Ma la Guardia Costiera Libica demolisce il discorso della Bonino. Afferma infatti che da qualche tempo, grazie a strumenti più avanzati, di migranti sui barconi non se ne vedono più.

Una predica davvero buonista, ma la stessa Bonino si definisce “Legalitaria”.

Fonte: ilgiornale

Foto: liberoquotidiano