TAV: tira e molla nel governo. M5S e Lega in attesa di accordo per l’alta velocità.

In attesa di accordo tra le parti c’è forte tensione tra i gialloverdi. Questa volta nel mezzo il premier Conte.

Se per i grillini l’alta velocità non è necessaria, per i leghisti l’accordo non va stoppato ma bisogna continuare ad andare avanti.

I dettagli su Il Giornale:

«Secondo me occorre andare avanti e non tornare indietro», dice il vicepremier su Radio 24. Precisa che parla «dal punto di vista personale», ma che la sua posizione sia ben diversa da quella del M5S è chiaro: «L’opera serve e se per caso da un’analisi attualizzata del 2018 non serve, costa di più bloccarla che non proseguirla? Questo c’è scritto e questo faremo».

In serata ha un po’ corretto il tiro. «C’è l’analisi costi-benefici di quello che si è fatto – ha sottolineato Salvini – e di quello che si farà, di quello che conviene agli italiani. Là dove serve si va avanti, non si torna indietro». L’alta velocità in Val di Susa, infatti, è solo una delle grandi opere a rischio, per le pressioni grilline.

Salvini, dunque, sbatte il pugno sul tavolo, alludendo al rischio di perdere oltre 2 miliardi senza parlare delle penali, ma gli altri non sembrano disposti a mollare. «Sono tranquillissimo perché nel contratto di governo c’è scritto tutto. Il ministro Toninelli deciderà quando nei prossimi mesi andrà a parlare con l’omologo francese per avviare le trattative», spiega Di Maio alla fine del Consiglio dei ministri.

Dall’alto interviene anche l’Ue. Secondo gli eurocratici il progetto della Torino-Lione è di fondamentale importanza e dovrà proseguire. Se così non fosse l’Italia non riceverà un soldo degli accordi presi.

Così anche Forza Italia e Pd si schierano a favore della Tav. Antonio Tajani: «Questo governo è in contrasto con gli interessi nazionali. Se la Tav non si farà si rischia una penale enorme e il Paese farà marcia indietro». 

Ancora una volta emergono i contrasti all’interno del governo gialloverde. Quale sarà la soluzione a vincere?

Fonte: ilgiornale

Foto: wikipedia