Il controllore chiede i biglietti. I quattro migranti reagiscono con rabbia e lo riducono così.

Attimi di violenza, l’ennesima, verrebbe da dire. Questa volta nel Salernitano su una delle linee più frequentate tra la città campana e la provincia a sud.

Come riporta il quotidiano La Città di Salerno, quattro passeggeri di origini nordafricane hanno reagito con rabbia alla richiesta dei dipendenti che non volevano fare altro che il loro lavoro: verificare se fossero o meno in possesso del biglietto per il viaggio.

Infuriati, i passeggeri hanno affrontato i due controllori e le due guardie di sicurezza che li accompagnavano nel loro giro d’ispezione a bordo degli autobus.

Ne sarebbe nata una colluttazione che ha costretto l’autista del mezzo ad accostare mentre i passeggeri chiedevano l’aiuto dei carabinieri.

I controllori, feriti, sono stati trasportati al pronto soccorso dell’ospedale di Salerno. Sembra strano, ma pare che stavolta l’indignazione per il fatto unisce, anziché dividere.

Fratelli d’Italia chiede più sicurezza in città e a bordo dei bus, mentre la Cgil, come riportano i media locali, si farà promotrice di un tavolo di confronto con la Prefettura e le aziende di trasporto locale per contrastare ulteriori fenomeni di violenza.

Ecco perché serve la linea dura messa in campo da Matteo Salvini, siete d’accordo?

Fonte: Il Giornale

Foto credit: imperiapost