Feltri ha scoperto la Verità sulla Morte di Marchionne: “Altro che Cancro…”

La morte di Marchionne ha scosso l’Italia intera.
Si parla di un cancro che si è divorata la sua vita in pochi giorni.
Ma c’è chi la pensa diversamente.

Il direttore di Libero rivela alcune indiscrezioni.
Ci sarebbe molto di più.

Ecco infatti cosa leggiamo su Libero:

“Sergio Marchionne? Un genio, per quanto non poteva essere amato da tutti”. Questo il parere di Vittorio Feltri sull’ex ad di Fca, morto mercoledì 25 luglio. A SkyTg24, il direttore, sottolinea come “in Italia era anche odiato, la sinistra in particolare lo detestava. Puntava al progresso e al reddito delle aziende, le sole cose che possono dare lavoro. Ma in Italia – continua il direttore di Libero – abbiamo una concezione particolare degli imprenditori, considerati troppo spesso sfruttatori ed evasori: c’è una mentalità ostile. E poiché era il re degli imprenditori era particolarmente odiato. Si pensi all’offensiva prima pagina de il manifesto, con cui gli hanno sostanzialmente augurato la morte”.

E dopo il ricordo, Feltri annuncia rivelazioni importanti che verranno pubblicate su Libero in edicola domani, venerdì 27 luglio. “Il tipo di cancro che lo ha colpito – ha sottolineato il direttore – non ha nulla a che vedere con il tabacco”. Interpellato sulle ragioni di tale affermazione, Feltri riprende: “Melania Rizzoli ha potuto analizzare la questione. Il cancro che lo ha colpito non ha nulla a che spartire con il fumo. Domani su Libero lo spiegheremo nel dettaglio”.

E ancora, il direttore sottolinea come “durante l’anestesia un embolo lo avrebbe colpito al cervello. Quando lo hanno risvegliato, i medici se ne sarebbero resi conto. Dare sempre la colpa al fumo senza dati certi – conclude il direttore – è un’operazione pressapochistica”.

Insomma questo cambierebbe un po’ le cose.
Chissà quale è la verità.
Staremo a vedere.

Che ne pensate?
Diteci la vostra!
Grazie mille.

Foto Credits: Qui