Campo Rom sgomberato a Roma. Ecco le proteste contro il sindaco Raggi

Dopo aver fatto discutere per giorni, stamattina è stato concretizzato lo sgombero del campo rom abusivo presso il Camping River, nella parte Nord di Roma.

Da stamane i vigili sono intervenuti invitando gli occupanti del River a lasciare le proprie abitazioni. Tutto sembra essere andato bene, eccezion fatta per le proteste che si sono verificate.

Diversi nomadi hanno esposto degli striscioni con scritto “Virginia Raggi lascia in pace le nostre famiglie”. E addirittura alcuni hanno denunciato l’uso di spray al peperoncino da parte della polizia.

Secca la replica dei vigili. “Siamo intervenuti in modo molto consistente, tutti i gruppi di Roma hanno partecipato a questa operazione. Tutti i dirigenti del corpo sono stati coinvolti, li ringrazio. Tutto si è svolto nella massima regolarità, le persone sono state invitate ad uscire ed a parte delle ovvie rimostranze – un ragazzo ha minacciato un collega anche fisicamente è stato identificato e lo denunceremo – non abbiamo utilizzato alcuna forma di coazione fisica.

In gergo tecnico giuridico vuol dire che non abbiamo utilizzato manette, non abbiamo allontanato le persone con la forza, utilizzato spray al peperoncino né armi da fuoco né manganelli, che tra l’altro non abbiamo. Abbiamo utilizzato la forza del convincimento a uscire, cosa che le persone hanno fatto”, ha detto il comandante della polizia locale del Campidoglio, Antonio Di Maggio, al termine dello sgombero del Camping River. 

Per ora le famiglie si sono accampate fuori dal campo con materassi, passeggini e valigie e qui davanti ai cancelli del River passeranno anche la notte. Tra loro ci sono anche molti bambini, alcuni neonati.

Se l’alternativa del Comune non sarà giudicata soddisfacente dai nomadi gli ex occupanti del River sono pronti a manifestare sotto il Campidoglio nel pomeriggio di oggi. Finora le soluzioni offerte dalla giunta non hanno convinto i nomadi“.

Staremo a vedere che soluzione troverà il comune e se sarà accettata pacificamente dai nomadi del campo River.

Fonte: Il Giornale

Fonte foto: Lettera43