60 africani rendono prigionieri i passeggeri di un treno. Ore da incubo: i dettagli clamorosi.

L’incubo cha ha coinvolto alcuni passeggeri di un treno è avvenuto alla stazione di Finale Ligure. Tutto è iniziato quando a bordo sono saliti 60 aadolescenti, senza biglietto e con l’intenzione di seminare il panico.

La scena risale ad un anno fa circa, quando i 300 passeggeri del treno Ventimiglia-Torino, tornati dal mare, sono stati tenuti in ostaggio da una banda di ragazzini stranieri.

Secondo quanto raccontano i testimoni, le scene vissute sono state davvero deplorevoli. Aggressioni, grida, molestie e vandalismi.

Le segnalazioni al capotreno sono state davvero numerose. Una ragazza ha quasi rischiato il soffocamento, quando un ragazzino le ha stretto le mani al collo, e una coppia di anziani è stata miseramente importunata.

Dopo un pò il treno finalmente si è fermato. I Carabinieri sono intervenuti ed hanno costretto la banda di delinquenti a scendere per capire cosa fosse realmente avvenuto.

Alla fine sarebbero stati due i casi di presunte molestie avvenuti, ma le tre ragazzine, italiane che li accompagnavano, fermate, negano davanti ai militari: “Era solo uno scherzo”. Una si sarebbe messa a piangere, chiedendo agli agenti di non chiamare i suoi genitori. “Avranno avuto 14 anni”, riferisce una testimone, che sottolinea il loro evidente stato alterato da sostanze come alcool e droga.

Sulla vicenda sono piombate diverse polemiche, poichè i ragazzini erano già stati avvistati durante il viaggio d’andata. Come mai non erano stati fermati?

A voi la parola.

La vicenda è vecchia ma, nel clima attuale di tensione, è tornata alla ribalta.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: IlPopulista