E’ giallo a Parigi. Una delle fondatrici del movimento Femen trovata morta.

La polizia indaga sulla morte della cofondatrice del movimento Femen. Non si conoscono ancora i dettagli.

Il corpo della giovane donna è stato ritrovato e secondo le prime dichiarazioni sembra si tratti di suicidio. Lei è Oksana Shocko.

Leggiamo i dettagli su Il Giornale:

La 31enne Shachko ha fondato il gruppo di protesta insieme a Oleksandra Shevchenko e Anna Hutsol nell’aprile 2008 a Kiev diventando un braccio mediatico potente dell’ultra progressismo, specialmente in Europa orientale.

Famose le proteste provocatorie del gruppo, la maggior parte delle volte a seno nudo. Caratterizzate da gesti apertamente provocatori, blasfemi e irrisori nei confronti della religione e della politica conservatrice, il gruppo Femen si è distinto in particolare in Ucraina per una forte avversione nei confronti delle componenti filo-russe. In Italia, famoso il gesto contro Silvio Berlusconi durante le ultime elezioni.

La colonna portante delle Femen è composte da ragazze tra i 18 e 20 anni. Nato come gruppo contro la discriminazione delle donne in Ucraina, le loro attività si sono sviluppate molto all’estero, usando Parigi come centrale operativa. E non a caso, proprio nella capitale francese è stata trovata morta Oksana Shocko, una delle sue leader.

Le donne di Femen sono state spesso oggetto di discussione. Anche alcune giornaliste si sono infiltrate nel movimento per capire di cosa si trattasse.

Una vita di lusso. Alloggi, voli aerei e cura della bellezza tutto spesato. Per non parlare degli stipendi che le promotrici ricevono costantemente. Ma intanto s indaga sulla morte di Oksana.

Fonte: ilgiornale

Foto: dagospia