La Sinistra sempre più ridicola. Ecco come il PD ora attacca Salvini e Orban. Vogliono fermarli così

Un vero attacco ai sovranisti.
Un vero attacco a chi pensa ai propri concittadini prima che agli altri.
Un vero attacco a chi pensa prima alla propria nazione e poi all’Europa.

Così facendo la sinistra, e in particolare il PD, non si mettono solo contro i sovranisti, ma anche contro la stragrande maggioranza degli elettori.
Poco importa del pensiero della maggioranza degli italiani.

Sì, perché su il Populista leggiamo che:

Mentre il Partito Democratico, dopo aver subito pesanti sconfitte elettorali in tutte le sue ormai ex roccaforti, sta letteralmente evaporando come certificato da tutti i sondaggi e testimoniato dalla scarsa partecipazione alle poche feste dell’Unità rimaste, il segretario Maurizio Martina non trova di meglio da fare che chiamare a raccolta “i socialisti del Mediterraneo per fermare i sovranisti”. Può sembrare una barzelletta, invece è la tragicomica realtà: secondo il degno successore di Matteo Renzi, è necessario “rilanciare la sinistra europea partendo dalla frontiera più avanzata, quella del Mediterraneo, per dare una risposta ai nazionalisti, ai Salvini, gli Orbán e i sovranisti dell’Est Europa”.

La surreale affermazione è contenuta all’interno di un’intervista, pubblicata martedì su Repubblica, nella quale Martina parla del suo incontro con il premier socialista spagnolo Pedro Sanchez. “In vista delle Europee del 2019 – dice il segretario dem – abbiamo deciso di iniziare un percorso che coinvolga i socialisti spagnoli, l’esperienza greca di Tsipras, il Pd, il premier Costa in Portogallo. E ancora, i socialdemocratici svedesi e tedeschi. E poi, se non prima delle elezioni, certamente dopo i riformisti ed europeisti francesi. Per essere avanguardia di un cambiamento che parta dal Mediterraneo”, sostiene l’ex ministro, del quale nessuno ricorda un solo provvedimento adottato a favore degli agricoltori che avrebbe dovuto tutelare.

“Oggi questo mare – prosegue – è la frontiera europea. Frontiera di valori su migranti, cittadinanza, sicurezza, sovranità, politiche economiche. È qui che si gioca la sfida a Salvini e ai suoi amici. La sfida è complicata, però necessaria”, prosegue Martina. “Dobbiamo guardare in faccia la destra nazionalista e dire: più umanità, più Europa. Immaginare una cittadinanza europea”. Un’agenda, quella proposta dall’ex titolare del ministero delle Politiche Agricole, molto simile a quella dettata da George Soros alla troika Ue, finora bocciata sonoramente dagli elettori di molti Paesi europei. Non a caso, proprio con coloro che obbediscono agli ordini del faccendiere americano pro-invasione il segretario Dem vorrebbe realizzarla.

Anche voi vi sentite presi in giro dal PD?
Anche voi li reputate ridicoli e allo sbando?

Vogliamo sapere la vostra!
Lascia un commento a questo articolo sulla nostra pagina Facebook.
Grazie.

Foto Credits: il Populista