Paura negli USA! Ecco il ritorno di questa malattia mortale. Ecco i sintomi e cosa evitare…

Sembrerebbe un brutto scherzo, ma non lo è.
Negli USA sarebbero stati scoperti tre casi della temibile peste che secoli fa terrorizzava l’Europa e non solo.

La conferma del caso che sembra uscito da un libro di storia arriva dai dipartimenti della salute dei distretti di Navajo e di Coconino, dove sono state trovate le pulci infette su alcuni cani a Taylor, nello stato dell’Arizona.

Infatti, all’inizio dell’Estate erano già stati scoperti tre casi di peste. I tre sono guariti dopo aver passato diversi giorni di ricovero in ospedale.

Ma il panico e la paura in Arizona ci sono ancora, tanto da aver spinto le autorità a dare alcuni avvertimenti su come comportarsi e su cosa fare, o no.

Su LiberoQuotidiano leggiamo che:

L’esistenza della peste negli Stati Uniti, scrive il Corriere della sera, è dovuta alla presenza dei cani nelle praterie e delle tantissime pulci che si insediano sugli animali. I primi sintomi sono spesso simili a quelli dell’influenza, spingendo la vittima a sottovalutare il problema.

Ogni anno vengono segnalati dai 2 ai 10 casi, con il picco registrato nel 2006, quando furono infettate 17 persone. I casi più frequenti si concentrano nella parte occidentale degli Stati Uniti, dove il clima rende più favorevole il prolefare dei parassiti vettori della malattia.

Una malattia sconfitta tanti anni fa ma che fa ancora paura.

Foto Credit: Qui